PRELIEVO ACQUA POTABILE PER I CITTADINI

Pubblicata il 19/09/2015

L'Amministrazione comunale e il sindaco Antonello Cubaiu vogliono informare la popolazione in riferimento agli sviluppi legati alle comunicazioni precedentementI inviate agli amministratori dalla società Abbanoa, ove si poneva l'attenzione sull'esiguità delle risorse idriche presenti nel bacino del Bidighinzu, risorse che garantiscono l'approvvigionamento a buona parte del nord Sardegna.
In seguito a tali comunicazioni il sindaco aveva disposto apposita ordinanza in cui si chiedeva alla stessa Abbanoa di effettuare tempestivamente il collegamento fra i pozzi di proprietà del Comune di Nulvi e la rete idrica comunale, operazione avvenuta il 15 agosto scorso, in modo formale e a tempo indefinito. In considerazione del fatto che l'acqua dei pozzi non è potabile, a causa di una leggera difformità di nitrati, i disagi cui fanno fronte i cittadini nulvesi sono indiscutibili.
Per limitare e azzerare tale disagio l'Amministrazione ha deciso di attivarsi per mettere in campo azioni capaci di mitigare i fastidi e rispondere, almeno in parte e per quanto possibile, alle esigenze della popolazione nulvese. Si è così deciso di posizionare tre rubinetti di acqua potabile all'interno del cortile delle scuole elementari, spazio cui si potrà accedere dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17.
Per ogni eventuale difficoltà, indichiamo i numeri di riferimento di alcuni amministratori, che si renderanno reperibili per i Sabati, le Domeniche e i festivi, qualora i cittadini avessero necessità di prelevare acqua potabile: Antonello Cubaiu (3937114786), Elvira Decortes (3807588847), Francesco Caddeo (3397173068), Luigi Cuccureddu (3331358763) e Marta Meloni (3286845859).
L'attenzione degli amministratori, il lavoro portato avanti dal sindaco e dagli assessori del Comune di Nulvi è, e resta come sempre orientata ad una sola finalità: soddisfare le esigenze, i bisogni e le difficoltà dei cittadini nulvesi, anche in situazioni di emergenza e forte difficoltà.

Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto